Il fantastico mondo della salute mentale è una realtà di cui fanno parte diverse figure professionali, non sempre però è così chiaro quale siano le competenze di ognuno. Proviamo quindi a capire quali sono le principali differenze e chi è il professionista al quale dovremmo rivolgerci in caso di bisogno.

Lo Psicologo è un professionista che può operare in campo clinico o organizzativo svolgendo interventi di ricerca, formazione, prevenzione, consulenza e diagnosi, offrendo sostegno psicologico ed indirizzando, qualora riscontrasse un disturbo psicopatologico, la persona ad uno specialista.

E’ in grado quindi di rintracciare una psicopatologia, non ha però gli strumenti per intervenire.

Non può fare terapia, non può prescrivere farmaci.

Lo Psicoterapeuta è un professionista il cui percorso di studi gli ha fornito le competenze e gli strumenti di intervento indicati per la cura e il trattamento dei disturbi psicopatologici.

Si occupa di tutte le problematiche psicologiche, dai disagi relazionali a difficoltà connotate da sintomi quali ansia, depressione, problemi alimentari, dipendenze. E’ in grado di accompagnare la persona in un processo di cambiamento, volto al superamento del sintomo e al raggiungimento di un miglior stato di equilibrio.

Se non è laureato anche in medicina, non può somministrare farmaci.

Lo Psichiatra è un professionista in grado di valutare la sintomatologia e il decorso clinico, riconosce pertanto una psicopatologia e, grazie al suo approccio organicistico alla malattia mentale, è in grado di stabilire quale sia la cura farmacologica adeguata, o indirizzare ad uno specialista per una terapia adatta al caso.

Non può fare terapia, a meno che non sia specializzato, oltre che in Psichiatria, anche in Psicoterapia.  Può prescrivere farmaci.